I distretti della Romania

Storia dei distretti ( in romeno Judete)

La prima organizzazione in județe avvenne nel XV secolo e ogni județ era governata da un jude, una persona che aveva funzioni amministrative e giudiziarie. La divisione amministrativa moderna in județe fu attuata durante il XIX secolo, utilizzando come esempio il sistema dei dipartimenti francesi: per ogni județ esisteva un prefetto, rappresentante del governo della nazione e capo dell’amministrazione locale. Fino al 1948 ogni județ era suddiviso in diversi plăși (singolare plasă), corrispondenti agli arrondissement francesi, ognuno amministrato da un pretore, nominato dal prefetto. Nel 1938 re Carlo II modificò la Costituzione e anche la legge amministrativa del territorio della Romania. Ne risultarono dieci ținut (plurale: ținuturi, traduzione approssimata: regione) governata da Rezidenți Regali nominati direttamente dal re. A causa della seconda guerra mondiale, del patto Molotov-Ribbentrop e della perdita dei territori, questo sistema amministrativo non durò molto, e furono pertanto reintrodotte le județe fino all’ascesa del comunismo nel 1948.

Distretto Capoluogo Sigla
Alba Alba Iulia AB
Arad Arad AR
Argeș Pitești AG
Bacău Bacău BC
Bihor Oradea BH
Bistrița-Năsăud Bistrița BN
Botoșani Botoșani BT
Brașov Brașov BV
Brăila Brăila BR
Buzău Buzău BZ
Caraș-Severin Reșița CS
Călărași Călărași CL
Cluj Cluj-Napoca CJ
Costanza Costanza CT
Covasna Sfântu Gheorghe CV
Dâmbovița Târgoviște DB
Dolj Craiova DJ
Galați Galați GL
Giurgiu Giurgiu GR
Gorj Târgu Jiu GJ
Harghita Miercurea Ciuc HR
Hunedoara Deva HD
Ialomița Slobozia IL
Iași Iași IS
Ilfov Buftea IF
Maramureș Baia Mare MM
Mehedinți Drobeta-Turnu Severin MH
Mureș Târgu Mureș MS
Neamț Piatra Neamț NT
Olt Slatina OT
Prahova Ploiești PH
Satu Mare Satu Mare SM
Sălaj Zalău SJ
Sibiu Sibiu SB
Suceava Suceava SV
Teleorman Alexandria TR
Timiș Timișoara TM
Tulcea Tulcea TL
Vaslui Vaslui VS
Vâlcea Râmnicu Vâlcea VL
Vrancea Focșani VN
Bucarest B