Băile Herculane (Bagni di Ercole)

Băile Herculane (Bagni di Ercole) era nota per le sue acque termali in epoca romana e deve il suo nome ad una leggenda secondo la quale Ercole si fermò nella valle per prendere un bagno e riposarsi. Sono state ritrovate sei statue di epoca romana raffiguranti Ercole: la copia in bronzo di una di queste, realizzata nel 1874, si trova ancora nel centro cittadino a simboleggiare la città.

Lo sviluppo del turismo termale nella città in epoca recente risale alla dominazione Austroungarica, quando veniva visitata da molti nobili provenienti dall’Europa occidentale: l’imperatore Francesco Giuseppe e la moglie Elisabetta avevano entrambi un padiglione personale alle terme.

Lo sviluppo divenne massiccio durante il regime comunista, con la costruzione di grandi alberghi frequentati soprattutto da pensionati che utilizzavano buoni-vacanza erogati dallo Stato.

Oggi le terme di Băile Herculane sono ancora assai rinomate per le loro acque, che sgorgano da 8 sorgenti a temperature tra 48 e 67 °C: la mineralizzazione, ricca di fluoro, zolfo, sodio, calcio e magnesio.